Elettrolisi e ruggine, metodo per pulire il ferro

L’elettrolisi è un metodo utilizzato con successo per la pulizia del ferro con presenza di ruggine anche di forme complesse che con i metodi meccanici tradizionali ( spazzole manuali o montate su trapano ) risulterebbe gravoso e non efficace. Elettrolisi e ruggine, vediamo ora come sfruttare questo processo chimico per pulire i nostri reperti o comunque  oggettidi ferro.

Ma che cos’e’ l’ elettrolisi ?
E’ un processo chimico che grazie all’apporto di corrente elettrica in una soluzione acquosa si ha la trasformazione da energia elettrica a chimica. In sostanza si riduce l’ossido di ferro ( ruggine ) grazie all’azione degli ioni di idrogeno che si separano dal catodo ( – ) e vengono attirati dall’anodo ( + )

Cosa serve per fare l’elettrolisi :

  • Caricabatterie da auto a 12 Volt di buon Amperaggio e possibilmente con protezione a rele’
  • Bacinella di plastica ( meglio se un fusto di acciaio inox )
  • Placche in acciaio
  • Acqua e bicarbonato o soda caustica ( attenzione alla soda è irritante )
  • Del cavo elettrico in rame o fil di ferro o cordina d’acciaio ( tipo quella usata per stendere il bucato )Avvertenze : Se usate la soda caustica attenzione a maneggiarla come da istruzioni allegate nella confezione, mascherina, guanti e occhiali sono importanti , il processo va sempre fatto in luogo ben areato , considerare che durante il trattamento si formano delle bolle di idrogeno altamente infiammabile, per cui non fumate o usate fiamme libere vicino.

    Preparazione :

Se si ha un contenitore in acciaio inox come faccio io, porre sopra un elemento isolante, basta un pezzo di legno dove si vanno da agganciare le cordine in acciaio o fil di ferro collegate ai pezzi da pulire

Contenitore acciaio inox

 

Versare a bisogno acqua nel contenitore fino a sommergere i pezzi.
Pulire la parte di contatto fra i pezzi da pulire e la cordina o fil di ferro che fungerà da supporto per la propagazione della corrente dall’alimentatore ai pezzi e attaccarli al supporto isolante.
NB : i pezzi non dovranno mai entrare a contatto con le pareti inox del contenitore

Diluire per ogni litro d’acqua immesso 1 cucchiaio da minestra di bicarbonato ( io uso il bicarbonato in quanto poi facilmente smaltibile negli scarichi ) diversamente la soda caustica oltre a richiedere protezioni individuali per il maneggio dovrebbe essere smaltita correttamente.

A questo punto non ci resta che collegare il caricabatteria da auto , tensione 12 Volt in questo modo :

  • Cavetto rosso positivo (+) al contenitore o alle placchette da sacrificare
  • Cavetto nero negativo (-) ai fili metallici che fanno capo agli oggetti da pulire

Si noterà subito una certa agitazione molecolare , l’elettrolisi stà facendo il suo lavoro per cui controllate ogni tanto visivamente lo stato dei pezzi, a risultato ottenuto sciacquare bene sotto acqua corrente , attenzione che si forma una patina nera per cui usate i guanti se non volete sporcarvi le mani

Inevitabilmente mentre i pezzi si asciugano si ri formerà un leggero strato di ruggine rossastra, nessun problema quanto saranno completamente asciutti date una passata di spazzola veloce e poi usate un prodotto per la conservazione : owatroil , vernice spray o quello che più vi aggrada, importante che il ferro non sia contatto con l’aria altrimenti torna come prima

Buona Pulizia 🙂 !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *