Codice comportamento “Boston” per un detecting responsabile

Spesso sentiamo parlare del codice comportamento di ” BOSTON ” ma che cos’è ?

E’ un codice etico a cui ogni detectorista si dovrebbe attenere , anche se non ha un valore legale ha un forte impatto civico , in particolare il codice comportamento boston racchiude delle regole circa tutti i comportamenti leciti e non leciti, seguendoli non avremmo problemi durante le nostre spazzolate.

Usare il metal detector in Italia è lecito in quanto strumento di libera vendita, ma bisogna rispettare innanzitutto le leggi Italiane in merito agli spazi pubblici e privati.
Prima di uscire e divertirsi bisogna :

  • Verificare che la zona dove ci si reca non sia sotto a vincolo archelogico o paesaggistico , guardare le cartine on line del comune o della regione. La ricerca Archelogica in Italia è vietata salvo permesso rilasciato dal Ministero ed è un reato Penale, una buona base di partenza è il seguente sito :  MAPPA BENI CULTURALI
  • Se proprietà privata chiedere al proprietario del terreno il permesso spiegando quello che si va a fare, ricordiamoci che siamo in casa d’altri anche se si tratta di un campo
  • Rispettare la natura e il terreno, ricoprire assolutamente le buche e mai introdursi in campi seminati o coltivati
  • Se troviamo un ordigno bellico o potenzialmente pericoloso, non maneggiarlo assolutamente , mettere in sicurezza la zona nel migliore dei modi e avvisare immediatamente le forze dell’ordine presidiando fino al loro arrivo.
  • Se rinveniamo oggetti antichi e di potenziale interesse storico, fermare la ricerca al rinvenimento del primo target e segnalare alla soprintendenza, al sindaco o ai carabinieri l’oggetto rinvenuto entro le 24 ore cosi’ come annotarsi il luogo del ritrovamento in quanto anche se non ancora segnalato potrebbe essere un sito di futuro interesse storico.
  • In Veneto è richiesto un “patentino” per la raccolta di oggetti inerenti alla Grande Guerra ww1 anche se non si utilizza il metaldetector
  • Mantenere pulito l’ambiente è un dovere di tutti per cui non abbandonate rifiuti in giro e portate a casa per il corretto smaltimento anche i target “immondizia” quali lattine, strappi,tappi e quant’altro.
  • Alle persone che chiedono per curiosità cosa state facendo siate sempre cordiali spiegando nel miglior dei modi l’hobby
  • Leggere e studiare documenti e norme in modo che diventino termini famigliari :
  • Decreto Legislativo N° 42 del 22/01/2004: il “Codice dei beni culturali e del paesaggio” (in particolare Artt.: 10, 11, 88, 90, 91, 92, 94, 175, 176).
  • Legge N° 78 del 7/3/2001:“Tutela del patrimonio storico della Prima guerra mondiale” pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 75 del 30 marzo 2001;
  • Legge 23/10/2009, n. 157:di ratifica ed esecuzione della Convenzione sulla protezione del patrimonio culturale subacqueo.
  • Ogni detectorista è ambasciatore di questo fantastico hobby per cui non deve in alcun modo comportarsi fuori legge , deturpare la natura nè mettere a rischio la sua e altrui incolumità e seguire nel migliore dei modi il codice comportamento di Boston

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *